Aldo Palma

 

<< La materia come sensualità, come istinto primordiale.  Un universo che esplode al di fuori della costrizione imposta dalle cornici e vi esplode direttamente in faccia con tutta la violenza delle emozioni. >>

aldo-palma

Aldo ha sviluppato nella sua lunga carriera una tecnica tutta personale anche grazie alla sua passione per la chimica e lo studio delle forme che gli arriva dalla conoscenza della matematica e della geometria. Sembra una strana alchimia, ma in realtà insieme alla sua sensibilità produce una miscela che emoziona. Più famoso nella capitale e non ancora a sufficienza a Milano, Aldo produce sculture e “quadri” (il virgolettato è d’obbligo) liberi di espandersi in ogni direzione (nel tempo e nello spazio) con colori di una straordinaria bellezza e luce ( che luce hanno i suoi rossi, i gialli ed i blu brillantissimi !). Un approccio personalissimo all’arte contemporanea che trae le sue origini da una personalissima emozione, ma anche dall’arte più classica e dai miti (dalla Pietà di Michelangelo, all’Apollo di Veio, a San Giorgio e il Drago fino all’ultima Cena di Leonardo).